Involucro Edilizio

Sistemi di costruzione del LOCALE FILTRO-FUMO

Elementi fondamentali per la realizzazione dei locali filtro-fumo sono i componenti dell’involucro edilizio. Pareti, solai, soffitti, porte ed attraversamenti: ciascuno deve assolvere alla propria funzione nei termini di tenuta ai fumi “E”, isolamento termico “I”, capacità portante “R” e tenuta ai fumi freddi Sa (solo per le porte) e deve essere provvisto di idonea certificazione. permetterebbe di certificare con marcatura CE ogni singolo sistema di pressurizzazione. Ma nella realtà ciascun filtro-fumo si diversifica per dimensioni, tipologia delle porte, caratteristiche costruttive, tutti elementi che non rendono possibile ottenere automaticamente la marchiatura CE.

Utilizzando esclusivamente propri prodotti per la costruzione del locale filtro-fumo Global Building diventa la prima Azienda in Italia ad aver eseguito una prova presso un laboratorio autorizzato dal Ministero dell’Interno relativamente ad un locale filtro-fumo con sistema di sovrapressione, ed aver ottenuto la certificazione di:

PARETI EI 120 con lastre FIREGUARD

– SOFFITTO EI 120 con lastre FIREGUARD

– PORTE tagliafuoco EI 120

– IMPIANTO DI PRESSURIZZAZIONE AIR PRESS

– DISPOSITIVO DI CHIUSURA PORTE LOCK/C

– DISPOSITIVO DI CH IUSURA PORTE AIR PRESS CLOSE R

Rif. certificato Istituto Giordano: 357866

Questa particolarità permette al progettista, nel caso di utilizzo di tutti questi componenti edilizi, di avere una ulteriore garanzia sul mantenimento delle prestazioni da lui definite in fase di progetto. Tutte le compartimentazioni realizzate con lastre Fireguard® sono incombustibili (reazione al fuoco Classe A1). Risulta pertanto molto semplice realizzare locali filtro-fumo rispettando il requisito di un carico d’incendio qf inferiore a 50 MJ/m2.

Di seguito elenchiamo alcune soluzioni certificate che prevedono la realizzazione di pareti leggere con struttura metallica e pannelli costituiti da silicati e solfati di calcio. A seconda delle necessità progettuali le pareti possono essere portanti o non, con o senza la presenza di lana di roccia al loro interno oppure con speciali lastre fonoisolanti. Abbiamo riportato inoltre la soluzione della copertura del locale mediante la realizzazione di un solaio autoportante costituito da profili metallici e lastre in silicati e solfati di calcio.

I vantaggi di una costruzione a secco sono quelli della rapidità di esecuzione, dell’eliminazione dei tempi di asciugatura del manufatto e di maggior economicità a parità di prestazioni.

Il locale filtro a prova di fumo . un vano che deve avere resistenza al fuoco non inferiore a RE I 60.

PARETI PORTANTI LEGGERE con elevato isolamento acustico e con resistenza al fuoco RE I 120.

PARETI NON PORTANTI con lastre di diverso spessore per compartimentazione pavimento-solaio, con resistenza al fuoco EI 120.

SOLAIO AUTOPORTANTE ideale per il completamento del locale con resistenza al fuoco EI 120.

I certificati di prova emessi da laboratori in base al D.M 03/08/2015 ed al D.M. 30/11/1983 non sono sufficienti ai fini della qualificazione dei sistemi di pressurizzazione dei filtri a prova di fumo, potendo rappresentare esclusivamente uno strumento di supporto al progettista.